28.08.2016

Questo slideshow richiede JavaScript.

28.08.2016

Il 29 agosto 1946 nasceva la mia mamma. Erano i primi periodi dopo la seconda guerra, e mia mamma nacque per un ‘ex voto’: mia nonna decise di devolvere alla chiesa il poco oro posseduto, sperando nel ritorno, vivo, a casa, di mio nonno; se fosse tornato lei avrebbe avuto ancora un figlio, sperando fosse femmina, per chiamarla MARIA. Mamma si chiama così, ma siccome è sempre stata piccolina la chiamano tutti Mariuccia. Nonna Giulia non ricordava con precisione a che ora fosse nata, ma ne elencava volentieri sorridendo le marachelle da bambina; in quel periodo di ricostruzione difficile del dopoguerra, dove essere panettieri da generazioni era una salvezza ma anche un rischio, perché la fame era tanta, le pirlate di mamma erano un modo per sdrammatizzare a volte, perché l’innocenza infantile si perdona sempre e fa sorridere. Anni dopo, mamma conosce papà Piero che è grande e grosso al contrario di lei, ma si innamorano ed insieme cominciano un cammino, spesso difficile per lei che arrivava dal ‘paese’, ed in cascina, con qualche animale ed una famiglia numerosa e rumorosa acquisita, deve cambiare il proprio mood. Benché la condizione non fosse probabilmente la migliore, piacendole tanto il silenzio e come a me un poco di solitudine per pensare, Mamma Iuccia si è adattata per amore, e grazie a questo con papà hanno fatto Paola prima ed otto anni dopo, me.
Domani mamma sarà settantenne, ed oltre a dimostrarne 20 in meno per aspetto, energia e approccio mentale, se la guardi negli occhi sembra ancora una ragazzina, curiosa e dolce come una scolaretta. Ha conosciuto tante persone, italiane e per colpa mia tanti stranieri, ma tutti si ricordano di lei; quando passi per MURELLO dove aveva avuto per alcuni anni la panetteria è solito sentire ‘come sta mamma!?’ Oppure ‘salut’me Iuccia!’.. La. sua dolcezza, ti conquista.

È timida, ma sa essere decisa, a volte piange perché si commuove o non si sente in grado di affrontare qualcosa, ma in realtà lei non si rende conto di essere la più forte, la più ‘figa’ di tutti! Papà sbraita e si incazza ed essendo grande e grosso fa rumore.. ma la vera fonte di coraggio e stabilità è mamma, nella sua lungimiranza e nel suo contenuto entusiasmo.
Se i nonni fossero ancora con noi sono certa che sarebbero davvero tanto orgogliosi della donna che è diventata, perché io sono orgogliosa di lei e della mamma che è stata per me sempre. Dal ginocchio sbucciato alla questione grave, mamma è sempre stata al mio fianco, come se fossimo su due braccia opposte della bilancia e quando una è giù l’altra porta il proprio peso per tornare a regime. Lo dico spesso parlando di viaggi, che la miglior compagna di viaggio mai avuta è stata mia mamma, e non parlo solo dell’estero o dell’Italia che si è vista con me in lungo e in largo, ma del cammino di una vita, insieme.

Oggi è stato un giorno stupendo, con un pranzo in famiglia pieno di sorrisi e di bontà. Sono grata di tutto questo, soprattutto ora che sono a casa e osservo nuove immagini della devastazione di questi giorni di terremoto dove la distruzione e le famiglie sfasciate distrutte dal dolore, sono sempre di più..noi abbiamo la fortuna di essere una famiglia felice: papà e mamma stanno bene, noi ‘giovani’ abbiamo un lavoro che amiamo, ci sono case accoglienti dove tornare, speranza e salute, piccoli problemi risolvibili. Non è evidentemente così banale respirare serenità, mentre centinaia di persone non possono farlo, per questo sono grata e felice di quello che ho, e non vorrei cambiare neppure un secondo di questa vita mia perché è assolutamente perfetta, e prego per coloro che non possono avere altrettanto.

Buon compleanno, mamma.
Nella sua generosità, sono quasi certa che la candela che ha spento ha visto un desiderio espresso per me e Paola, e quello che spero è che fosse di stare con noi e papà ancora per altrettanti anni, così felici! Con tanto amore ❤️

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...